domenica, ottobre 21, 2007

IL MIO CUORE E' PESANTE

Anemone Età: 30 Purtroppo sono anch'io una donna che ama troppo!! La mia storia è iniziata quando avevo 22 anni, lui ne aveva 20 ed era immerso in un mare di problemi, primo tra tutti la perdita della madre che ha costituito l'inizio dei suoi drammi familiari. L'ho conosciuto in un periodo travagliato della mia vita perchè mi ero appena trasferita, con la famiglia, da una piccola città di provincia in una grande città ed inoltre proprio in quel periodo sono iniziati i conflitti con i miei genitori a causa dei miei problemi universitari. Insomma siamo diventati indispensabili l'uno per l'altra.La nostra storia è durata 8 anni in cui io mi sono dedicata pochissimo a me stessa,tanto che non guido, non sono ancora laureata e non ho mai lavorato ed ho invece speso tutte le mie energie per sostenere il mio ragazzo.Così lui è cresciuto sotto tanti punti di vista ed io sono rimasta sempre la stessa.Il risultato? Ho passato 8 anni di infelicità,sentendomi trascurata e infelice e vivendo quei pochi momenti di comunità con il mio amore,come se fossero ossigeno. Lui si è sempre disinteressato dei miei problemi e delle mie paure, eppure siamo rimasti insieme così a lungo ed io ho lasciato che il poco amore che mi dava mi bastasse. Neanche a dire che tutte le decisioni prese erano sue e che io non ho mai avuto voce in capitolo.Credo che lui nemmeno sappia chi sono davvero io e questo perchè se avessi davvero voluto mostrare i miei interessi e farlo partecipe, avrei dovuto impormi con la forza, infatti ogni tentativo di proporre qualcosa di diverso veniva sistematicamente bocciato.E così, dopo 8 anni l'altro giorno mi ha detto che sente un calo nei suoi sentimenti verso di me e che gli ultimi 4 mesi in astinenza da sesso non gli sono pesati affatto, segno che l'amore per me non è più forte come prima.Lascio a voi giudicare se sono o meno una stupida.Tutti questi anni dedicati solo a lui e il risultato è questo. Adesso mi ritrovo sola a sfogliare fotografie e piengere come una bambina sperando che lui bussi alla mia porta dicendomi che sono l'unica donna della sua vita e che non mi lascerà mai! Sono stata io a lasciarlo e so di aver fatto bene ma il mio cuore è così pesante. Adesso vogliosolo trovare un bravo psicologo che mi aiuti a rinascere ed a ritrovare me stessa.Non so chi sono, non so cosa davvero voglio e soprattutto ho paura di vivere, degli altri,di tutto.Mi sento disperata e ogni istante vorrei prendere la cornetta e chiamarlo. Ma che vita arida sarebbe quella passata accanto ad unuomo incapace di amarmi? Sono a pezzi.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Hai detto bene: "che vita arida sarebbe quella passata accanto ad un uomo incapace di amarmi?". Non sai quanto ti capisco..la mia è una storia molto simile alla tua: anch'io ho 30anni, non mi sono laureata(tu non farlo), non ho ancora la patente(ma adesso la sto per prendere), ho vissuto una storia con un ragazzo che "ho cresciuto" ma che non m'ha permesso di crescere..ma credimi, penso che lasciarlo è stata la cosa migliore che io abbia mai fatto: sono rinata (e non lo dico per dire). Devi soltanto superare le tue PAURE, non hai assolutissimamente bisogno di lui!Per questo primo periodo ti consiglio di fare quante più cose è possibile, hai bisogno di distrarti: di pensare a quello che avresti sempre voluto fare ma che per paura non hai mai osato. Aiuta, credimi. E di scrivere, serve a cacciare il dolore. Da quando è finita la storia col mio ex, ho imparato a pensare a me stessa, a curarmi, ad AMARMI. Ci vuole tanta forza ma si può riuscire!Un sincero abbraccio

Monica ha detto...

Descrivi il tuo ex come un gran insensibile, uno che ti ha solo usata per risolvere i suoi problemi.
Nn hai mai sentito il bisogno di vivere, laurearti, realizzarti, al di là di lui??? Ti sei mai chiesta se, forse, lui non era una meravigliosa scusa per non crescere?? :)
Monica